Psicodiagnosi e valutazione psicologica- SPAZIO FORUM

SPAZIO FORUM

Psicodiagnosi

La valutazione psicodiagnostica è l'attività svolta dall'esperto tesa a valutare, descrivere e comprendere le caratteristiche più profonde dei vari aspetti che compongono e definiscono la personalità di un individuo, allo scopo di pervenire ad una diagnosi, ovvero ad una conoscenza profonda della persona, del suo funzionamento emotivo-cognitivo-relazionale, delle risorse e delle difficoltà, dei suoi punti di forza e di debolezza. Il percorso diagnostico permette una valutazione della complessità della persona che trova applicazione in differenti ambiti: clinico e peritale.
La valutazione comprende differenti fasi:
  1. Valuazione della richiesta e dei bisogni, attraverso un colloquio clinico, in cui lo psicologo utilizza l'ìascolto attivo ed empatico per comprendere la persona nella sua complessità;
  2. Raccolta di dati bio-psico-sociali e loro analisi, per ottenere un quadro il più possibile oggettivo e coerente sul funzionamento del soggetto;
  3. Somministrazione di test;
  4. Redazione di una relazione clinica dettagliata, incui sono riportati i risultati della valutazione e le proposte di intervento, per potenziare le abilità della persona, della famiglia ed, eventualmente, della scuola;
  5. Diagnosi descrittiva, grazie all'utilizzo di modelli diagnostici internazionali e una diagnosi esplicativa, grazie alla valutazione degli aspetti emotivi-cognitivi-relazionali.
E' importante ricordare che la diagnosi non è "un'etichetta" che si appone alla persona, ma una descrizione dinamica di una modalità di funzionamento, sempre passibile di cambiamento nel tempo.
Formazione
Il dott. Luigi Fabemoli si sta formando presso il Centro Italiano Formazione Ricerca e Clinica in medicina e psicologia (CIFRIC), presso cui sta frequentando il Master in "Psicodiagnostica Clinica e Giuridico-Peritale", per l'acquisizione del titolo di "Esperto in Psicodiagnostica Clinica e Giuridico-Peritale".
Valutazione dell'intelligenza
L’intelligenza è un costrutto, cioè un concetto molto complesso che ne racchiude molti altri e non esiste una definizione univoca di intelligenza, anche se quella che trova maggior accordo fra gli studiosi è quella proposta da Wechsler nel 1958 che la definisce come la capacità di produrre un comportamento adattivo e funzionale al raggiungimento di uno scopo. Le scale Wechsler sono attualmente i test di intelligenza più conosciuti ed utilizzati a livello internazionale, con diverse versioni che possono essere utilizzate per misurare il QI durante quasi tutto l’arco di vita. 
Wais IV
La WAIS-IV è un test ad ampio spettro per valutare il funzionamento intellettivo che fornisce una stima complessiva delle capacità cognitive di adolescenti e adulti di età compresa tra 16 e 90 anni.
Il reattivo è utile per:
  • Ottenere una valutazione del funzionamento cognitivo generale.
  • Ottenere informazioni cliniche per fare valutazioni neuropsicologiche e impostare approfondimenti in ambiti specifici (difficoltà di apprendimento, disturbi dello spettro autistico e deterioramento mentale).
  • Programmare interventi di potenziamento e/o recupero e monitorarne l’andamento.
xample@mail.com
Wisc IV
La WISC-IV è lo strumento clinico per valutare le capacità cognitive dei bambini di età compresa tra i 6 anni e 0 mesi e i 16 anni e 11 mesi.

Il reattivo è utile per:
  • Ottenere una valutazione complessiva del funzionamento cognitivo generale.
  • Valutare e identificare doti intellettuali.
  • Individuare difficoltà di apprendimento.
  • Avere una guida nella pianificazione del trattamento e nelle decisioni di collocamento in strutture cliniche ed educative.
  • Ottenere informazioni cliniche per la valutazione neuropsicologica del bambino.
Wppsi IV
La WPPSI-IV è uno strumento clinico per la misurazione dello sviluppo cognitivo, basato sul modello CHC dell’intelligenza, che rileva in modo accurato speciali doti intellettuali, ritardi nello sviluppo cognitivo e disabilità intellettive. Il test prevede batterie di subtest distinte in base alla fascia d’età (2,6-3,11; 4,0-7,7). Il reattivo è utile per:
  • Ottenere una valutazione completa delle abilità cognitive
  • Orientare la scelta dell'inserimento di un bambino in un programma in ambito clinico o scolastico
  • Fare diagnosi differenziale tra disturbi neurologici e psichiatrici
  • Esaminare l'efficacia degli interventi scolastici
Matrici di Raven
Le matrici progressive di Raven sono un test utilizzato per la misurazione dell'intelligenza non verbale, richiedendo una sempre più elevata capacità di analisi, codifica, interpretazione e comprensione degli item.
Lo strumento misura l’intelligenza fluida e presenta tre livelli di difficoltà:
 
  • Matrici colorate (CPM) - Vengono utilizzate per valutare l’intelligenza dei bambini dai 4 ai 9/10 anni e di persone portatrici di handicap
  • Matrici standard (SPM) - Richiedono un’ottima abilità cognitiva.
  • Matrici avanzate (APM) - Vengono utilizzate per cogliere i livelli di eccellenza.
Personalità - Test psicologici obiettivi
I test di personalità sono strumenti di misurazione che si propongono di definire il profilo della personalità del soggetto che vi si sottopone. Tali test possono misurare un solo aspetto della personalità (test "monofasici') o più dimensioni contemporaneamente (test "multifasici'). 
MMPI
Il test MMPI (Minnesota Multiphasic Personality Inventory), di Hathaway e  McKinley, è uno dei questionari di personalità self-report più diffusi in ambito di screening psicopatologico e giuridico-peritale poiché risulta in grado di intercettare molteplici dimensioni di tratto dell’organizzazione intrapsichica e interpersonale dell’individuo. E' attualmente uno dei test di personalità maggiormente utilizzati in Italia nelle valutazioni in ambito forense.
MMPI-2-RF
La pubblicazione del MMPI – 2 – Restrucuted Form è avvenuta nel 2008 dopo una revisione sostanziale e formale del test a opera di Ben Porath e Tellegen. Quest’ultima versione è composta da 338 item, organizzati in 51 scale, di cui 9 di validità e 42 sostanziali, ossia legate al disagio psichico. In merito alle proprietà psicometriche, la ricerca ha messo evidenziato un effettivo incremento della validità e attendibilità dello strumento.

Il test è utile per:
  • Selezionare personale di aziende di diverse tipologie.
  • Effettuare accurate indagini accurata nell’ambito della psicologia clinica e della psichiatria.
  • Individuare disturbi mentali specifici, quali depressione, ansietà, schizofrenia, problemi alimentari.
MMPI-A
La versione del test per Adolescenti (14-18 anni) risulta un indispensabile strumento per indagare problematiche e comportamenti disadattavi, compiere previsioni e individuare caratteristiche strutturali della personalità.
Il test permette una valutazione ampia e completa della personalità in adolescenza.

l test è utile per:
  • Individuare i disturbi di tipo psichiatrico, clinico e neuropsicologico in adolescenza.
  • Indagare l’adattamento emozionale dell’adolescente.
  • Approfondire aspetti della personalità utili in ambito peritale, per consulenze sia di parte che di ufficio nel campo della psicologia giuridica.
MCMI - III
Il Millon Clinical Multiaxial Inventory - III indaga i profili di personalità e le diverse patologie psichiatriche. La forza di questo test è data dal riuscire a restituire diagnosi relative ai disturbi di personalità molto accurate e altamente diagnostiche, direttamente legate al DSM.
Il test è utile per:
  • Identificare pazienti che possono richiedere una più approfondita valutazione o una maggiore attenzione professionale
  • Valutare la gravità e la cronicità di una patologia e l'eventuale deterioramento provocato.
  • Approfondire i rapporti tra sintomatologia, comportamento presentato, stile interpersonale e struttura della personalità.
  • Ottenere suggerimenti per l'intervento terapeutico.
Personalità - Test psicologici proiettivi
I test proiettivi si propongono di cogliere i processi spontanei del soggetto, esplorandone il vissuto psichico individuale. Al soggetto vengono sottoposte situazioni-stimolo ambigue (non strutturate o parzialmente strutturate) alle quali egli risponde in funzione del significato psicologico personale. I test proiettivi, quindi, consentono di delineare indirettamente le caratteristiche strutturali della vita psichica e delle dinamiche cognitive ed affettive del soggetto.
Test di Rorschach
Il Test di Rorschach offre una valutazione globale della personalità umana. Risulta particolarmente efficace nell'indagare aspetti centrali quali l’aderenza al piano di realtà, il funzionamento del pensiero, l’equilibrio affettivo-relazionale e per individuare tratti disfunzionali. Il Test di Rorschach è somministratile a partire dai 3 anni di età e viene adoperato in diversi ambiti, da quello prettamente clinico, ai contesti giuridici e organizzativi.
In particolar modo, risulta un utile strumento per l'indagine di:
  • Capacità di immaginazione;
  • Programmazione ed empatia;
  • Risorse emotive e cognitive;
  • Ansia, spesso in risposta a situazioni di stress intenso;
  • Tensione psichica, spesso in risposta a situazioni di stress moderato;
  • Preoccupazione per la salute psico-fisica;
  • Capacità di sintesi e formazione dei concetti;
  • Funzionamento percettivo ed eventuali distorsioni;
  • Anomalie e distorsioni del pensiero;
  • Istinti suicidari.
T.A.T - C.A.T.
Il Test di Appercezione Tematica (TAT) di Murray è un test tematico, che permette l'analisi delle emozioni, degli atteggiamenti e dei processi cognitivi del soggetto adulto. Il test fornisce dunque un'analisi globale dell'intera persona per aiutare a creare un profilo della personalità, indagando l’individuo e il suo modo di muoversi nel proprio mondo interiore e nella realtà esterna. Permette di rilevare specifiche emozioni di sentimenti e conflitti di personalità.
È utile per delineare aspetti importanti della personalità in ambito: clinico; organizzativo per la selezione del personale; forense.

Il Test di Appercezione Tematica per bambini (CAT) è un metodo proiettivo che indaga la personalità di soggetti di età compresa tra i 3 e i 10 anni, attraverso lo studio delle differenze individuali nella percezione di stimoli standardizzati. È utile per determinare i fattori dinamici che condizionano le relazioni di un bambino in un gruppo, a scuola o nel contesto domestico e per rilevare gli aspetti dinamici delle difficoltà del bambino.
Wartegg
La tecnica diagnostica di Wartegg (Wartegg-Zeichentest), conosciuta da molti come WZT, è una tecnica diagnostica adatta a cogliere la struttura di personalità nell'aspetto globale e dinamico, cioè di sviluppo, di crescita e di qualità delle risorse psicologiche che ogni persona possiede. 
È di facile applicazione: si tratta di rielaborare a matita sopra un unico modulo otto disegni spontanei a partire dagli stimoli fissati negli otto quadratini del modulo.
Negli otto campi disegnativi emergono dei disegni che sono sollecitati dai sentimenti interiori messi in movimento dagli stimoli (che secondo l'Autore sono imparentati con il concetto di archetipo junghiano).
Favole della Düss
La Düss ha ideato delle piccole favole o storie che il soggetto deve completare, nelle quali un protagonista si trova in una determinata situazione che rimanda ad uno dei diversi stadi dello sviluppo psicosessuale (stadio orale, anale, edipico, ecc.). L'analisi delle risposte date dal soggetto esige dagli esaminatori una conoscenza profonda del modello psicoanalitico, soprattutto per quanto riguarda la struttura della personalità e la comprensione delle situazioni simboliche rappresentanti determinati stati dell'evoluzione affettiva del bambino, ed anche una certa padronanza della tecnica dell'interrogatorio psicoanalitico.
Le favole ideate dalla Düss possono costituire un mezzo per individuare rapidamente eventuali conflitti e il loro grado di gravità e possono servire come punto di partenza per un intervento psicoterapico sul bambino.
Test grafici proiettivi
I test proiettivi che utilizzano il disegno sono particolarmente utili per conoscere in maniera poco intrusiva, grazie al ricorso ad un esperienza ludica e divertente, gli aspetti più intimi dei soggetti, che presi appunto dal piacere del disegno, proiettano senza accorgersene sentimenti, emozioni, paure e desideri. Nell’interpretazione del disegno vengono valutati sia gli aspetti di contenuto, diversi per ciascun tipo di test a seconda della consegna e del tema di partenza, che i così detti aspetti grafici formali, comuni invece a tutti i tipi di test, ma anche alle produzioni grafiche spontanee.
Test figura umana
Il test psicologico della figura umana di Machover è un test proiettivo di personalità che mette in luce gli aspetti cognitivi, affettivi e dinamici della persona. Il soggetto durante l’esecuzione mostra con modalità grafica come vive:
  • L’immagine del sé;
  • Lo schema corporeo;
  • I confini del corpo.
Il reattivo può fornire informazioni relative a: autostima, organizzazione del Sé, immagine sociale, vissuto corporeo, ideale dell’Io.
Reattivo dell'albero
Il test (o reattivo) dell'albero di Karl Koch si basa sull'interpretazione del disegno di un albero per venire a conoscenza della personalità del soggetto che vi si sottopone.
Il test compare per la prima volta nel 1949 come ausilio psicodiagnostico rivelatore dell'evoluzione psichica ed è considerato da alcuni psicologi un valido aiuto per comprendere gli aspetti nascosti della personalità.
Disegno famiglia
Il test del disegno della famiglia è una delle prove di affettività infantile più conosciute. In esso si valuta il modo in cui il bambino o l’adolescente percepisce le relazioni dell’ambiente a lui più vicino. È un modo semplice per rilevare la qualità dei vincoli, della comunicazione e il modo in cui i bambini costruiscono la loro realtà a partire dai loro rapporti familiari.
Disegno della casa
Il test della casa è un test psicologico proiettivo che si basa sull’interpretazione del disegno di una casa da cui è possibile desumere alcuni tratti distintivi della personalità di un soggetto. La casa è la proiezione del Sé corporeo e del Sé psichico, distinzione puramente arbitraria perché il Sé è unità data dall’uno e dall’altro.